Ginecologia

La divisione di ginecologia di Meridiana Medical Center vuole essere il tuo punto di riferimento a Bologna.
L’ambulatorio di ginecologia del Meridiana Medical Center ha le risposte alle diverse esigenze della donna: diagnosi e terapia delle patologie ginecologiche (malattie dell’ovaio e dell’utero, endometriosi, anomalie del ciclo mestruale, infezioni genitali), prevenzione dei tumori dell’apparato genitale e del seno, contraccezione, fertilità, menopausa, riabilitazione perineale, ecografie ginecologiche e ostetriche.
Salute e benessere dell’apparato genitale riproduttivo vanno tutelati con una adeguata prevenzione che puoi effettuare presso il nostro ambulatorio di ginecologia.

VISITA GINECOLOGICA

Presso il nostro ambulatorio di ginecologia, il medico valuterà l’apparato genitale femminile  esterno e interno eseguendo prima  un’ esplorazione visiva della vulva e poi introducendo  in vagina un piccolo divaricatore in plastica monouso (speculum ), che permette di visualizzare il collo dell’utero .
Rimosso lo speculum , si procede all’esplorazione vaginale: il medico valuta le caratteristiche dell’utero e delle ovaie.
E’ possibile eseguire un’ecografia transvaginale o un’ ecografia pelvica a seconda dell’età della paziente,  per valutare la presenza o il sospetto di patologie come fibromi, polipi endometriali, cisti ovariche o altre patologie comuni in ginecologia.
La visita e l’ecografia non sono dolorose.

A cosa serve la visita?
La visita ginecologica permette di  valutare lo stato di normalità dell’apparato genitale femminile ed escludere la presenza di patologie comuni in ginecologia.
Si consiglia di  sottoporsi periodicamente alla visita ginecologica e al Pap test (meglio ogni 1 o 2 anni). La diagnosi precoce di patologie come il tumore all’utero, i fibromi o l’endometriosi, migliora la possibilità di cura.
Pap test , colposcopia , HPV DNA Test , tamponi vaginali ed ecografia ginecologica sono semplici esami, indolori ed altamente affidabili per la diagnosi precoce e la cura dei disturbi ginecologici femminili.

I.U.D. = SPIRALE

Che cos’è lo I.U.D (o spirale)?
Lo I.U.D. (o spirale) è un dispositivo inserito in utero che impedisce una gravidanza . La spirale è molto efficace (98-99%) nell’impedire una gravidanza e prima di inserirla è necessario fare una visita ginecologica accurata ed un pap-test.
Esistono diversi tipi di I.U.D., di forme, dimensioni e materiali differenti.
La durata d’uso di questa spirale varia dai tre ai cinque anni.

Quando si inserisce lo I.U.D. ?
Lo I.U.D. (o spirale) viene inserito durante il ciclo mestruale, quando il canale cervicale è più pervio.
Dopo aver messo lo speculum, viene misurata la lunghezza della cavità uterina ed inserito il dispositivo nella cavità stessa, attraverso il canale cervicale. La spirale deve essere applicata e rimossa da un medico, la procedura non richiede anestesia.

In che cosa consiste la rimozione I.U.D?
La rimozione dello I.U.D. consiste nell’estrazione del dispositivo una volta raggiunta la sua scadenza.

Che cos’é l’isterosonografia?
L’isterosonografia è una procedura diagnostica, effettuata nel nostro ambulatorio di ginecologia, che permette di visualizzare l’interno della cavità uterina tramite l’esecuzione di una ecografia.

A cosa serve l’isterosonografia?
L’isterosonografia viene eseguito nell’ambulatorio di ginecologia e serve ad identificare la presenza di patologie della cavità uterina, polipi, fibromi, malformazioni uterine ed ispessimenti endometriali.
Alcune di queste patologie possono essere responsabili di alterazioni mestruali, perdite ematiche o infertilità.
Dopo aver messo lo speculum, verrà inserito in utero un piccolo catetere sterile del diametro di 1,2 mm. Tramite questo catetere verrà iniettata una piccola quantità di soluzione fisiologica sterile che permetterà di distendere la cavità uterina.
Successivamente verrà eseguita una ecografia transvaginale.

Che cos’é la sonosalpingografia?
La sonosalpingografia è un esame diagnostico in grado di valutare, in una donna che cerca una gravidanza, se le tube permettono il passaggio degli spermatozoi nella cavità addominale o se presentano occlusioni o alterazioni strutturali utilizzando una semplice ecografia.

A cosa serve l’esame la sonosalpingografia?
La sonosalpingografia permette di diagnosticare direttamente la presenza di malformazioni uterine, polipi endometriali, fibromi sottomucosi ed alterazioni dell’endometrio.
Queste patologie sono spesso causa di alterazioni mestruali, perdite ematiche della post-menopausa o infertilità.

Che cos’é il pap test?
Il pap test è un esame non doloroso eseguito in ginecologia che consiste nel prelievo di alcune cellule dal collo dell’utero per identificare le alterazioni cellulari, dette displasie, che possono nel tempo trasformarsi in tumore.
Il pap test viene effettuato durante una visita ginecologica di routine, utilizzando una spatola e una volta eseguito il prelievo, le cellule vengono posate su un vetrino che viene fatto esaminare in laboratorio.

A cosa serve l’esame?
Il pap test è oggi l’esame di screening per il tumore collo dell’utero, consigliato al ginecologo, a tutte le donne, dall’inizio dell’attività sessuale fino in età avanzata.

TAMPONE VAGINALE

Che cos’é il tampone vaginale?
Il tampone vaginale prevede un prelievo, non doloroso, delle secrezioni vaginali tramite piccolo tampone.
Le secrezioni vengono poste in un terreno di coltura per identificare germi patogeni per l’apparato genitale come batteri o funghi (come Candida o Escherichia coli).

A cosa serve l’esame?
Il tampone vaginale è un’indagine che permette di stabilire se a carico degli organi riproduttori femminili sia presente un’infezione batterica e quale tipo.

VULVOSCOPIA

Che cos’é la vulvoscopia?
La vulvoscopia è l’osservazione dei genitali esterni con il colposcopio.

A cosa serve l’esame?
Le principali indicazioni all’esecuzione della vulvoscopia sono:

  • Prurito e/o bruciore vulvare persistente
  • Riscontro di lesioni, ulcere, neoformazioni o zone pigmentate sui genitali esterni. 

MONITORAGGIO ECOGRAFICO DELL’OVULAZIONE
Si compone di una serie ecografie pelviche o transvaginali, in diversi giorni del ciclo ovulatorio, sia in condizioni basali che durante una stimolazione dell’ovulazione. Si eseguono più controlli  a giorni alterni o a distanza di più giorni a seconda della situazione dello sviluppo dei follicoli ovulatori.  Si può cogliere il momento più idoneo per procedere ad un trattamento di assistenza al concepimento se previsto o per consigliare alla coppia il momento giusto per avere un rapporto.
Attraverso questo esame, eseguito nel nostro ambulatorio di ginecologia, si può inoltre monitorizzare il processo di  ovulazione in soggetti con irregolarità del ciclo mestruale.

GENITOSCOPIA
Genitoscopia, è un esame utile per visualizzare eventuali lesioni a livello del genitale del partner maschile, sempre adoperando colorazioni con acido acetico e il colposcopio. Non viene introdotto alcuno strumento nelle vie genitali maschili, per questo l’esame risulta  indolore.

COLPOSCOPIA

Che cos’é la colposcopia?

La colposcopia è un esame che permette nel guardare il collo dell’utero con uno strumento ottico, chiamato colposcopio. Per effettuare la colposcopia è necessario evidenziare il collo dell’utero mediante lo speculum vaginale e devono essere applicati dei liquidi reagenti (acido acetico al 5% e soluzione jodo-jodurata), tutto eseguito nel nostro ambulatorio di ginecologia.

A cosa serve l’esame?
La colposcopia è eseguita principalmente per prevenire e diagnosticare precocemente tumori del collo dell’utero.
Può essere utilizzata in tutti i casi in cui si voglia osservare attentamente i genitali femminili.

Le principali indicazioni all’esecuzione della colposcopia sono:
• Pap test anomalo
• Sospetto di infezione da papilloma virus (HPV) o di altre malattie a trasmissione sessuale (esempio: verruche genitali, herpes genitale, sifilide ecc)
• Perdite di sangue atipiche tra un ciclo mestruale e l’altro o dopo i rapporti sessuali
• Riscontro durante la visita ginecologica di lesioni, polipi o di irregolarità del collo dell’utero o della vagina

CANDIDA
Perdite biancastre e dense, prurito e irritazione, talvolta gonfiore e dolore. Sono i sintomi della candida, un’infezione fungina molto ricorrente in ginecologia, che colpisce 1 donna su 3 “ma sono almeno il 90% a soffrirne almeno una volta nella vita e quelle in cui la candida rimane ‘silente’”dice la Dottoressa Fiammetta Trallo, Specialista in Ginecologia a Bologna. Il fungo della candida – continua l’esperta – può arrivare fino al nostro intestino per vie differenti e lì dare luogo a problemi piuttosto comuni come forte stitichezza, meteorismo, colon irritabile, pur non manifestandosi a livello genitale. E’ in effetti davvero facile entrare in contatto col fungo della candida, ma non dobbiamo mai sottovalutare un primo episodio di candida, per evitare che diventi poi difficile debellare la micosi. Ecco perché è sempre bene affrontare l’attacco acuto con antimicotici per via orale oltre che con i classici creme e ovuli vaginali a livello topico, per agire a 360° anche là dove la candida potrebbe già essere presente.”

Ostetricia

In gravidanza i controlli del benessere materno e fetale ed una adeguata preparazione al parto sono fondamentali per la nascita dei nostri bambini.

Molte malattie che possono insorgere in gravidanza possono altrettanto essere prevenute adottando stili di vita ed alimentari consoni alla mamma in attesa. I moderni ecografi per l’ostetricia consentono di accertare sempre più precocemente il benessere fetale.

Che cosa è l’ecografia?
L’ecografia è una tecnica che consente di vedere gli organi del nostro corpo con l’utilizzo di onde sonore ad alta frequenza (ultrasuoni, non udibili dall’orecchio umano) che attraversano i tessuti. L’ecografo funziona così: la sonda posta sull’addome materno invia impulsi di onde sonore nel corpo. Queste onde sonore vengono riflesse dalla parete addominale e dalla parete dell’utero creando echi. tali echi (o onde di ritorno) sono trasformati in immagini sul monitor dell’ecografo. Con l’ecografia è quindi possibile osservare in modo dettagliato il feto.

Perché fare l’ecografia in gravidanza?
Le ragioni più comuni per cui si esegue un’ecografia in gravidanza sono: determinare il numero degli embrioni o dei feti, visualizzare l’attività cardiaca fetale, determinare l’epoca di gravidanza, valutare l’anatomia e la crescita fetale, determinare la posizione del feto.

Che cosa si vede con l’ecografia?
Nei primi mesi di gravidanza, con la misura della lunghezza del feto, è possibile valutare se lo sviluppo corrisponde all’epoca di gravidanza valutata in base alla data dell’ultima mestruazione, il numero dei feti e la presenza dell’attività cardiaca. Dal secondo trimestre si effettuano le misurazioni della testa, dell’addome e del femore, e i valori di tali misure vengono confrontati con quelli delle curve di riferimento. In questo stesso periodo si visualizzano la sede di inserzione placentare, la quantità di liquido amniotico ed alcuni organi.

 Scarica il PDF della brochure!

Potrai leggere tutti i servizi di Ginecologia e Ostetricia proposti da Meridiana Medical Center anche senza collegarti al nostro sito, ed avere così tutti i riferimenti per contattarci in caso di necessità. Stampa la brochure solo se necessario: MMC rispetta l’ambiente!

  • VISITA OSTETRICA :anamnesi , piano di assistenza ,selezione fisiol/ patolog. , esame obbiettivo , ascultazione BCF ecc. )
  • CONSULENZA OSTETRICO – GINECOLOGICA ( preconcezionali , Salute Femminile , Menopausa , Contraccezione , ecc. )
  • RIABILITAZIONE PERINEALE PRE E POST PARTO Poi cancellerei Elisabetta l’altra ostetrica.

Di seguito, gli specialisti interni o esterni dedicati a questa divisione. Clicca sul nome per vedere la relativa scheda professionale.

Dr.ssa Fiammetta Trallo (ginecologia)
Dr.ssa Barbara Di Marcoberardino (ginecologia)
Dr.ssa Cindy Argento (esperta in fertilità)
Dr.ssa Elisabetta Lelli (ostetrica)
Dr. Giuseppe Mangiafico

 

 

Come ti chiami? (richiesto)

La tua email (richiesto)

Richiedi una prenotazione